Le applicazioni collaborative di OnRobot per la ricerca di L’Oréal

L’Oréal – colosso francese del settore beauty & cosmetici – ha scelto le applicazioni di OnRobot per il suo grande centro di ricerca sui capelli a Saint-Ouen. Lo comunica sul suo sito la multinazionale specializzata nell’automazione collaborativa.

L’Oréal lavora alla robotizzazione delle attività da circa 10 anni, con l’obiettivo di accelerare il ciclo di sviluppo del prodotto, liberare tempo prezioso per tecnici e ingegneri e ottimizzare la ripetitività dei compiti e la raccolta dei dati.

Nel nostro dipartimento MTI (Metodi e Tecniche di Innovazione), raccogliamo dati sulle prestazioni e sulla composizione dei prodotti.” – ha affermato Jérémy Baronnier, Project Development Manager di L’Oréal – “Questo ci permette di migliorare la qualità delle nostre gamme e di innovare costantemente. Il nostro obiettivo è quello di migliorare le nostre operazioni di produzione e sviluppare ulteriormente le nostre capacità di test dei prodotti, e per questo abbiamo bisogno di accelerare il processo, liberando tempo prezioso per i tecnici/ingegneri. Da qui la scelta delle nuove tecnologie per l’automazione con un partner della qualità di OnRobot“.

La scelta di L’Oreal si è indirizzata, in particolare, sulle pinze RG6 e RG2-FT di OnRobot. La  RG6 offre elevata flessibilità per la valutazione delle acconciature grazie alle sue dimensioni e all’agilità nel passare rapidamente da un test all’altro. La RG2-FT è impiegata invece nella valutazione della schiuma, consentendo un migliore controllo della forza grazie alla sua capacità di rilevamento e robustezza nella manipolazione degli oggetti.

La nota sottolinea poi che con una sola pinza la società francese è in grado di moltiplicare il numero di attività eseguite. Inoltre, è possibile pre-registrare circa 100 movimenti e installare fino a 3 o 4 programmi diversi senza necessità di riconfigurazione. I costi associati ai cambiamenti dell’infrastruttura hanno consentito aL’Oréal un risparmio di diverse decine di migliaia di euro. Sono stati inoltre ottenuti significativi miglioramenti in termini di prestazioni, aumentando la facilità d’uso e la produttività di tutti gli operatori grazie a precise unità di misura: se in precedenza l’azienda poteva eseguire 175 formule a settimana, in futuro sarà in grado di eseguirne 50