Cobot Lift, l’innovativo sistema di compensazione del peso è distribuito da Alumotion

Alumotionsocietà italiana che opera nel settore della robotica collaborativaha annunciato la partnership con Cobot Lift, un’azienda innovativa di origine danese che, già dal nome, ha scelto di identificarsi con il suo prodotto di punta. L’accordo, infatti, prevede la distribuzione sul mercato italiano, da parte di Alumotion,  dell’omonimo Cobot Lift. Questo è un sistema di compensazione del peso, vale a dire un dispositivo ingegnerizzato che applicato ai bracci robotici UR10 e UR10e di Universal Robots – di cui Alumotion è Preferred Distributor – consente di incrementarne notevolmente la capacità di carico (payload) con un moltiplicatore di 4,5x, portandola fino a ben 45 kg.

Il dispositivo – riporta un comunicato – è costituito da una colonna di acciaio che all’estremità superiore monta un’asta orizzontale: per visualizzarlo basta immaginare qualcosa di molto simile a una piccola gru. Lungo l’asta orizzontale si aggancia e può scorrere il sistema di compensazione del peso Cobot Lift, che, per funzionare, deve poi essere agganciato al polso del braccio robotico con l’altra estremità. In questo modo, il cobot guadagna un ausilio che contribuisce allo sforzo di sollevare oggetti e garantire l’applicazione della stessa forza per tutto il percorso di movimentazione, fino all’arrivo nella postazione di rilascio dell’oggetto da spostare.

Cobot Lift è in grado di sollevare scatole, secchi e sacchi anche pesanti, fino a 45 kg con UR10 e UR10e. Il sollevamento può arrivare fino a un massimo di 1,60 m di altezza. Per tutte queste caratteristiche, Cobot Lift trova impiego in diversi ambiti della produzione industriale.

Il sistema è disponibile in due versioni: fissa (Stationary Cobot Lift) e mobile (Mobile Cobot Lift). La prima versione deve essere fissata al pavimento con una base di facile installazione (si monta in pochi minuti) e di dimensioni molto contenute, solo 40 x 40 cm: grazie a questa caratteristica, il layout della produzione non risulta condizionato e, in genere, non deve essere modificato.

Nella seconda versione, Cobot Lift si configura come una cella robotica collaborativa completa, che comprende – oltre alla struttura a gru, alla pompa per la presa a vuoto e al software di controllo URCap – anche un controller, un teach pendant per la guida della movimentazione e una base (con dimensioni 80 x 100 cm) trasportabile da una postazione a un’altra con un comune transpallet.