I robot MiR per l’automazione dei centri di sterilizzazione

I reparti di sterilizzazione degli ospedali sono aree dove ancora si fa molto affidamento sul lavoro manuale, in particolare per lo spostamento e il sollevamento di materiali e strumenti. La multinazionale danese Ken Hygiene Systems ha sviluppato una soluzione (AL10) con l’obiettivo di automatizzare anche queste operazioni. I robot utilizzati sono i rinomati MiR della società Mobile Industrial Robots.

Con un semplice tocco sul tablet, il personale del reparto sterilizzazione può richiamare un robot munito di un cestello vuoto e caricarlo con gli strumenti da sterilizzare. Gli addetti possono poi indirizzarlo verso l’autoclave, dove il robot colloca il portastrumenti nel vano di lavaggio, il lato “sporco”.

L’autoclave viene automaticamente “avvisata” per dare inizio al ciclo di lavaggio e, una volta che gli strumenti sono stati puliti e disinfettati, un altro robot arriva sul lato pulito, svuota l’autoclave e completa l’operazione trasportando il cestello al reparto imballaggio. I robot inoltre, ritornano automaticamente alla loro stazione di ricarica per restare in piena efficienza.

«Utilizzando come base i robot MiR siamo riusciti a costruire e brevettare il primo centro di sterilizzazione completamente automatizzato al mondo. Come risultato, ora siamo leader in questo campo tecnologico a livello mondiale.» – ha spiegato John Veje, ceo di Ken Hygiene Systems – “Altri sistemi presenti sul mercato sono molto meno dinamici e richiedono molto più spazio. La nostra soluzione AL10 è competitiva in termini di prezzo, flessibilità ed ergonomia. Il trasporto solitamente non genera valore in un processo di sterilizzazione. Tuttavia l’AL10 garantisce al personale un ambiente di lavoro più ergonomico e un migliore flusso nei processi di lavoro, consentendogli di concentrarsi sulla preparazione degli trumenti mentre i robot riempiono e svuotano le autoclavi».