A guida autonoma ed elettrica: ecco Yara, la nave portacontainer

Si chiama Yara Birkeland la prima nave portacontainer a guida autonoma che sarà utilizzata in Norvegia per consegnare le merci attraverso i fiordi.

Il progetto per costruire la nave elettrica che si guida da sola è stato avviato dalla norvegese Yara International ASA in collaborazione con Kongsberg Gruppen ASA, che progetta e sviluppa sistemi di guida automatica per veicoli militari e civili.

Non c’è bisogno di pilota per la guida, dunque, essendo attivata da un’alimentazione elettrica. E i vantaggi sono sono già stati pubblicamente dichiarati: la possibilità di fare a meno di 40.000 viaggi di tir all’anno, con tutto ciò che comporta in termini di snellimento del traffico delle strade, di riduzione dei costi di trasporto, di impatto ambientale e di miglioramento della sicurezza stradale.

Possiamo ammirare alcune delle caratteristiche di Yara Birkeland in questo suggestivo video

Di lunghezza pari 80 metri, la nave trasporterà inizialmente cento container di fertilizzante lungo i 60 chilometri che separano l’impianto di produzione dal porto di Larvik. Per quanto concenre la sicurezza, la navigazione sarà seguita miglio dopo miglio da un equipaggio per intervenire nel caso di problema. L’obiettivo dichiarato da Yara International ASA è comunque quello di superare questa fase e affidarsi completamente all’Intelligenza Artificiale entro il 2022.