FANUC, raggiunta la cifra record di 750.000 robot prodotti

FANUC Corporation, tra i più conosciuti fornitori globali di soluzioni per l’automazione, ha raggiunto la cifra record di 750.000 robot prodotti, prima e unica nel suo segmento di riferimento. Questo “straordinario risultato – riporta un comunicato – consente a FANUC di confermare ed espandere la sua posizione di leadership nel mercato della robotica industriale.”

Ad oggi, FANUC produce circa 8.000 robot ogni mese nei suoi stabilimenti in Giappone, con possibilità di incrementare la produzione fino a 11.000 unità. L’azienda è nota per i suoi stabilimenti produttivi ad elevato grado di automazione. Qui, migliaia di robot vengono impiegati per fabbricare le soluzioni tecnologiche FANUC, che comprendono cobot, controlli numerici e macchine utensili intelligenti, dimostrando sul campo “la massima affidabilità e velocità per cui FANUC è universalmente rinomata“, come evidenzia la società.

In Europa, la ripresa è finalmente iniziata.” – ha dichiarato Shinichi Tanzawa, Presidente e CEO di FANUC Europe Corporation – “Sebbene per FANUC l’entrata complessiva degli ordini di robot in Europa sia aumentata solo leggermente durante lo scorso anno fiscale, le vendite negli ultimi mesi sono ai massimi storici”.

I piani di espansione di FANUC in Europa sono ambiziosi. Qui, l’azienda giapponese sta investendo risorse nel potenziamento della rete del service e nel rafforzamento della struttura commerciale. Solo negli ultimi 4 anni, FANUC ha investito più di 120 milioni di Euro nella realizzazione di nuove filiali in Europa. Nei prossimi 3 anni, altri 100 milioni di Euro verranno destinati a supportare i piani di crescita.

Tanzawa ha poi aggiunto: “Siamo convinti che il trend della robotizzazione continuerà la sua ascesa e che i robot FANUC contribuiranno ad automatizzare gli impianti produttivi dei nostri clienti e a far risparmiare loro denaro, proprio come già avviene nei nostri stabilimenti in Giappone”.

I clienti principali di FANUC per quanto riguarda i robot sono i produttori di auto e l’intera catena di fornitura. La domanda di robot sta però crescendo sensibilmente anche in altri settori come l’elettronica, l’alimentare, il farmaceutico ed il medicale.