Comau lancia cobot che unisce produttività e capacità collaborativa

Comau – specializzata in processi di automazione e di robotica industriale – ha presentato il nuovo Racer-5 Cobot, nato per “soddisfare  la crescente domanda di robot collaborativi veloci, dai prezzi contenuti che possono essere utilizzati in spazi ristretti e in diverse aree di applicazione“, così come riporta un comunicato della società parte del gruppo Stellantis.

La nuova soluzione di automazione è un robot articolato a 6 assi in grado di operare senza barriere di sicurezza a velocità industriale, fino a 6 m/s, con un payload di 5 kg e uno sbraccio di 809 mm. Il cobot -specifica la nota – può passare istantaneamente da una modalità collaborativa alla massima velocità in assenza di un operatore nelle vicinanze.

Realizzato interamente a Torino da Comau, Racer-5 Cobot ha una struttura rigida che favorisce un progressivo incremento di precisione e ripetibilità e lo rende particolarmente adatto per l’assemblaggio, la movimentazione di materiali, l’asservimento macchine, applicazioni di dispensing e di pick & place nei settori automotive, elettrificazione e General Industry. Potendo essere trasportato e installato facilmente pressoché ovunque, questo cobot compatto contribuisce a ottimizzare i processi dei clienti, salvaguardandone gli investimenti.

Con caratteristiche di sicurezza avanzate, certificate da TÜV SÜD, ente di certificazione indipendente riconosciuto a livello mondiale, il cobot può essere utilizzato in qualsiasi linea ad alte prestazioni senza la necessità di barriere protettive, riducendo efficacemente i costi di sicurezza e le necessità di ingombro a terra.