Vale 200 dollari il gatto-robot che funge da cuscino

Si chiama Qoobo, ed è un gatto-robot creato dalla giapponese Yukai Engineering con l’obiettivo di aiutare chi lo possiede ad alleviare le sensazioni di fatica, ansia e stress.

Qoobo, naturalmente, non può sostituire l’affetto di un vero gatto. È piuttosto un gadget molto divertente che ha fatto la sua comparsa quest’anno per la prima volta all’Ifa di Berlino, la più importante fiera europea di elettronica di consumo. Successivamente è stato portato “in tour” in giro per il mondo nei principali eventi di settore, fino all’arrivo del lockdown. Oggi l’approdo sul mercato, al costo di 200 dollari.

Qoobo – dal design semplice ed accattivante – funziona di base come un cuscino che richiama le sembianze di un gatto stilizzato.

Il suo aspetto apparentemente semplice racchiude un meccanismo sofisticato in grado di simulare alcuni dei tipici comportamenti del felino. In particolare il robot ondeggia e vibra dolcemente quando viene accarezzato. La sua coda oscilla come quella di un gatto. Talvolta, inoltre, il cuscino si muove all’improvviso, proprio come se si stesse tenendo in grembo un gatto vero.

I suoi creatori lo definiscono robot terapeutico perchè riproduce proprio quei comportamenti del felino domestico in grado di suscitare sensazioni positive nell’essere umano.

Per completezza i progettisti della Yukai Engineering hanno condotto dei veri e propri test per dimostrare gli effetti benefici del dispositivo sullo stato d’animo dei suoi possessori. In particolare hanno analizzato le condizioni psicologiche di un gruppo di 38 persone prima e dopo l’interazione con il robot. Lo hanno fatto attraverso la somministrazione di un questionario di 35 quesiti ed il rilevamento di alcuni parametri fiosiologici legati allo stato psicologico dei soggetti: pulsazioni, salivazione e misurazione dell’amilasi. I test condotti hanno dimostrato che “giocare” con Qoobo contribuisce a ridurre i livelli di ansia e stress.

.