ABB, nuova cella robotica per velocizzare i controlli qualità

ABB ha annunciato l’aggiunta della nuova cella robotica 3D Quality Inspection (3Dqi) nel suo portafoglio di soluzioni smart.

Studiata per accelerare notevolmente la produzione fornendo test rapidi e accurati per rendere la metrologia più semplice, la cella  elimina la necessità di lunghe ispezioni manuali, riducendo sostanzialmente la probabilità di guasti ed errori, e riducendo al tempo stesso i costi.

3Dqi – riporta una nota della multinazionale elettrotecnica svizzero/svedese – è pensata per settori come quello automobilistico, quello aerospaziale e delle macchine pesanti, e permette di evitare di fare ricorso a ispezioni manuali, riducendo oltre ai tempi anche la probabilità di difetti di produzione. Può essere installata su qualsiasi robot con una capacità di carico minima di 20 Kg, fatto che rende molto versatile la sua installazione e consente l’ispezione di pezzi di ogni dimensione.

3Dqi si basa su un sensore ottico a luce bianca in 3D capace di scansionare milioni di punti alla volta, tramite il quale viene creato un modello digitale della parte analizzata che viene confrontato con il cad originale. La precisione è inferiore ai 100 μm (micrometri): in pratica è in grado di scovare difetti più sottili di un capello umano.

Nel comunicato ABB ha dichiarato una velocità fino a 10 volte superiore rispetto a quella delle tradizionali macchine di misura a coordinate (cmm).

.