Oversonic lancia robot umanoide per il settore sanitario

Oversonic Robotics Srl, società di Besana Brianza specializzata in robot umanoidi, ha presentato ‘RoBee, un prototipo di 170 centimetri di altezza destinato in prima battuta a lavorazioni pericolose, e successivamente al campo sanitario, compresi i reparti come quelli Covid nei quali l’esposizione del personale può essere a rischio.

La start up stima di mettere sul mercato i primi modelli dell’umanoide partire dal 2022, con un totale di 50 esemplari venduti nel corso dell’anno. “Abbiamo già i primi pre ordini – ha dichiarato all’agenzia Ansa l’amministratore delegato e co-fondatore Paolo Dentie, anche se siamo all’inizio della nuova attività imprenditoriale, è chiaro che la Borsa è un possibile atterraggio naturale per una società come questa“.

L’altro co-fondatore è Fabio Puglia (nella foto i due soci con ‘RoBee’).

La società entra dunque in un settore agli albori a livello mondiale e punta su una macchina di peso compreso tra 65 e 75 chili (a seconda della configurazione di utilizzo) che replica, non solo esteticamente, la struttura meccanica del corpo umano, con 40 giunti mobili e un set completo di sensori che le permette di vedere e navigare autonomamente nello spazio circostante.

Già questo autunno ‘RoBee’ verrà sottoposto a tutte le certificazioni del caso, dopo di che sarà un prodotto realmente adattabile alle esigenze del mercato: anche personalizzabile, ma da produrre su ampia scala“, hanno specificato Fabio Puglia e Paolo Denti.