NSK inventa il motore per robot silenziosi

Ospedali, biblioteche, uffici. I normali robot non possono essere usati in questi ambienti per la loro rumorosità, ma ora la compagnia giapponese ha trovato la soluzione: un gruppo ruota priva di ingranaggi.

L’ostacolo principale all’utilizzo di sistemi come i tradizionali veicoli a guida autonoma (Agv) è la loro rumorosità. Oggi, NSK – azienda leader nella produzione di cuscinetti con sede a Tokyo – ha trovato la soluzione, sviluppando un gruppo ruota ad azionamento diretto molto più silenzioso per favorire l’utilizzo di queste macchine in spazi pubblici e ambienti non industriali.

Ospedali, biblioteche, centri ricerca, uffici sono l’ambiente ideale dove robot, che possono trasportare sino a 100 kg, e dotati di motori NSK potranno essere utlizzalati così da evitare di disturbare le conversazioni e distrarre le persone dalle loro attività.

La bassa rumorosità del gruppo ruota di NSK è dovuta alla sua struttura priva di ingranaggio (motore ad azionamento diretto, o Direct Drive), che sfrutta la tecnologia del motore Megatorque by NSK per eliminare il rumore generato dai normali riduttori. La novità sta nell’utilizzo del motore Megatorque come ruota, un’applicazione per la quale NSK ha dovuto inventare nuove modalità di utilizzo delle parti del sistema per arrivare alla specifica ottimale a costi ragionevoli. Oltre alla bassa rumorosità, il gruppo ruota è progettato per operare in piena sicurezza in presenza di persone, offrendo una soluzione per applicazioni su robot di servizio, carrelli a guida assistita e altri robot collaborativi (cobot).

Una funzionalità chiave del progetto è la retroguidabilità, che consente di tornare facilmente all’operatività manuale push/pull in caso di problemi.

Un azionamento di nuova concezione controlla due gruppi ruota simultaneamente tramite semplici segnali. L’azionamento è equipaggiato con sensori che misurano la rotazione, l’accelerazione, l’inclinazione e altri parametri utili delle ruote. I segnali provenienti dai sensori possono essere raccolti per l’uso da parte di un Pc a bordo macchina in applicazioni con robot autonomi.

NSK per questo progetto ha attinto a un’ampia gamma di tecnologie esistenti, dalla meccatronica, alle unità di controllo, fino al software, incaricando il suo team di esperti di pensare una soluzione che rispondesse alle esigenze di un nuovo segmento di mercato della robotica. Un contributo fondamentale è stato fornito da chi lavora in luoghi come ospedali e biblioteche: NSK ha raccolto la loro opinione per capire quale tipo di robot avrebbe offerto una soluzione ottimale in questi ambienti.