Logistica: il nuovo robot di ABB per le operazioni di selezione e imballaggio

Con la crescita del commercio omnicanale, i centri di distribuzione e i magazzini di logistica devono trasformare i loro sistemi per gestire sia pallet e pacchi destinati agli scaffali dei negozi, sia il prelievo e confezionamento degli articoli più svariati per la consegna a domicilio. Gli operatori hanno bisogno di un’infrastruttura adeguata per avere la massima flessibilità nel prelievo e nella manipolazione di un’ampia gamma di merci, nel maggior numero possibile di combinazioni e nel tempo più breve possibile.

In tale ottica, ABB – multinazionale elettrotecnica svizzero-svedese con sede a Zurigo – ha annunciato il lancio del nuovo arrivato della sua gamma di robot FlexPicker, da anni uno punti di riferimento per la tecnologia più avanzata di prelievo e imballaggio robotizzato (picking e packing) ad alta velocità.

Accoppiato al software PickMaster – riporta un comunicato di ABB – il robot a cinematica parallela IRB 390 sarà disponibile nelle varianti a quattro e cinque assi. Il nuovo modello è il 35% più veloce dell’IRB 360-8, ed è in grado di coprire un volume maggiore del 45%.

Più flessibile e con maggiore capacità di carico, IRB 390 è pensato per imballaggio verticale, classificazione e smistamento ad alta variabilità e preparazione di ordini on-demand nei centri logistici e di distribuzione per l’e-commerce.

IRB 390 – viene sottolineato – è ideale per le applicazioni di imballaggio secondario e con carichi maggiori, oltre ad avere la velocità e la flessibilità necessarie per approntare imballaggi SRP (Shelf Ready Packaging) e RRP (Retail Ready Packaging), vale a dire imballaggi pronti per trasferire i prodotti direttamente dalla scatola allo scaffale con un unico semplice movimento, invece di spostare le singole confezioni.

Altri utilizzi possibili sono il confezionamento secondario di alimenti (secchi e umidi), bevande, farmaci, prodotti medicali, cura personale, prodotti per animali (cibo e altri), prodotti confezionati e logistica. IRB 390 avrà la certificazione NSF H1 per i lubrificanti per uso alimentare e sarà costruito con materiali approvati dalla FDA per l’uso in ambienti igienici. Tutti i riduttori e i cuscinetti esposti sono lubrificati con olio e grasso alimentare (H1).