Le bella robot influencer spopola su Instagram e negli spot

Bellissima e trasgressiva al punto giusto! Lil Miquela è una modella-ragazza immagine che recentemente ha creato scalpore per uno spot di Calvin Klein in cui bacia la collega Bella Hadid. Godiamocelo subito, dal canale You Tube della stessa Lil Miquela. Forse qualcuno riuscirà gia a cogliere il “trabocchetto”…

Detto che due milioni e mezzo di follower utenti la seguono su Instagram, e che la nostra “eroina” è visibile anche sui mega schermi di Times Square a New York mentre annuncia duetti con celebri dj, stiamo parlando di una nuova vip che però in realtà è un avatar digitale! Anzi, per essere più precisi una CGI (computer-generated imagery), vale a dire un’immagine, talvolta animata, nata dal gusto di qualche designer e dalla capacità di calcolo di qualche processore. Nello specifico Lil Miquela è un’invenzione della startup Brud, che, per l’appunto, ha già siglato partnership con aziende come Samsung, Prada, Calvin Klein e YouTube.

Come abbiamo visto nello spot di Calvin Klein, il suo volto è quello di un’adolescente dal viso cosparso di lentiggini, ed è stato generato attraverso la CGI. Il sito di ecommerce britannico OnBuy ha quantificato i suoi possibili guadagni, tra sponsorizzazioni e product placement, intorno ai 10 milioni di euro entro la fine dell’anno (per aggiungere la beffa ha anche calcolato che si tratterebbe di oltre 35 mila volte il salario medio europeo).

“Miquela ha coltivato una grande comunità di fan e ora si trova nella posizione unica in cui può far riflettere e può influenzare la cultura“, ha dichiarato la presidente di Brud Kara Weber alla rivista Variety. “Esistono opportunità senza precedenti per i personaggi virtuali: possono spingere avanti il limite di ciò che abbiamo visto fino ad oggi in tutti i contenuti e nelle pubblicità“.

Cosa che non guasta, Lil Miquela è anche un’attivista sociale e un’icona promotrice di cambiamenti, che ha messo in evidenza tante spinose questioni, tra cui le sfide che sono costrette ad affrontare le donne senza fissa dimora, le persone di colore, le persone Lgbtq e i giovani in crisi.