Il nuovo cobot Melfa lavora in sicurezza con la pinza smart di Schunk

I robot Melfa d’alto sviluppo di Mitsubishi Electric sono considerati da sempre espressione di velocità, precisione e design compatto in combinazione con una lunga durata utile.

E nel solco di questa fortunata tradizione s’inserisce la presentazione del nuovo cobot “easy to use” Melfa Assista, lanciato dal colosso giapponese all’interno della sua gamma Safety. Sviluppato per lavorare a fianco degli operatori senza la necessità di protezioni di sicurezza – riporta un comunicato – il nuovo cobot soddisfa al contempo i nuovi requisiti per un’adeguata distanza dei lavoratori nei siti produttivi. È disponibile in tandem con una soluzione di Schunk, che ha curato la realizzazione di una pinza particolarmente efficace, la Co-act EGP-C.

Quest’ultima presenta un design realizzato appositamente per non arrecare danni fisici alla persona. Inoltre, un dispositivo di limitazione della potenza elettrica assicura che i requisiti di sicurezza per l’interazione robot e operatore vengano rispettati in maniera soddisfacente.

L’integrazione con i gripper di Schunk va in questa direzione. Il montaggio delle pinze, infatti, necessita di una decina di minuti in totale: una volta agganciate quattro viti e collegato il connettore elettrico, il dispositivo è funzionante. Il tutto, in un’ottica di grande tutela per il lavoratore. Il comunicato, infatti, sottolinea che la pinza Co-act EGP-C vanta una certificazione di sicurezza, attraverso i requisiti della norma ISO/TS 15066.