Guida autonoma, LGU+ e Autonomous a2z avviano i test in Corea del Sud

LGU+, importante operatore di telefonia mobile della Corea del Sud, ha stretto una partnership con Autonomous a2z, società specializzata soluzioni tecnologiche per guida autonoma, e a sua volta sudcoreana. L’accordo prevede lo sviluppo della tecnologia dei veicoli autonomi per testarla su strade urbane reali.

Le due società hanno firmato un memorandum d’intesa per cooperare per una dimostrazione congiunta nella città centrale di Sejong, che ha la piattaforma per smart city più avanzata della Corea del Sud, rappresentando così un banco di prova affidabile per la guida autonoma.

Stabiliremo congiuntamente una base per la commercializzazione di soluzioni per i veicoli autonomi attraverso continui scambi e dimostrazioni di tecnologia“, ha dichiarato Kang Jong-oh, responsabile del settore della mobilità di LGU+.

LGU+ metterà in campo varie tecnologie come una rete 5G dedicata all’auto a guida autonoma, e il sistema di comunicazione veicolare Vehicle-to-everything (V2X) con il passaggio di informazioni da un veicolo a qualsiasi entità, e viceversa. Autonomous a2z fornisrà i veicoli a guida autonoma inclusi quelli elettrici di dimensioni ridotte e minibus.

La V2X, in particolare, è una tecnologia che consente alle auto a guida autonoma di comunicare con altre auto e con strutture stradali come i semafori e gli attraversamenti pedonali. Utilizzando veloci reti di dati mobili, le informazioni crittografate vengono condivise per garantire la sicurezza dei conducenti e di coloro che viaggiano a piedi.

Sejong City, oltre ai plus tecnologici descritti in precedenza, si confronta con un traffico minore rispetto alle megalopoli, consentendo ai ricercatori di testare in sicurezza i veicoli a guida autonoma.