Tiesse Robot, linea automatizzata per il packaging di vol-au-vent

Tiesse Robotstorica società in provincia di Brescia, attiva dal 1976 nell’ambito dell’automazione industriale robotizzata – è stata recentemente interpellata da Sfoglia Torino, uno dei maggiori produttori di vol-au-vent (i canestrini formati da dischetti in pasta sfoglia), che fornisce svariate tipologie di utilizzatori finali, inclusi supermercati, centri commerciali, pasticcerie, etc. 

Sfoglia Torino – nella figura del titolare Sig. Perrino – ha sottoposto al team Tiesse una specifica richiesta, consistente nell’analisi di fattibilità per la realizzazione di una linea robotizzata che permettesse di confezionare, all’interno di blister con configurazione delle nicchie di contenimento variabili termoformati, una serie di prodotti con diametro variabile di 38, 50 e 60 mm.

Il problema principale nell’impostazione del progetto – riporta il comunicato diffuso – ha riguardato  il fatto che gli elementi da manipolare non avessero  forme definite, come un componente meccanico, ma derivando da un processo di formatura e di cottura  presentassero di conseguenza  consistenza, tolleranze di forme e dimensioni eterogenee. 

Lo staff tecnico di Tiesse Robot, mediante un continuo confronto con l’utilizzatore finale, ha saputo rispondere con efficienza e in tempi rapidi alla sollecitazione, progettando una linea completamente automatizzata che esegue l’intero processo.

Concettualmente, l’impianto è alimentato da un trasportatore motorizzato con maglie in materiale plastico che riceve il prodotto in uscita dal forno di cottura tramite un trasportatore di raffreddamento, con una cadenza da smaltire di diverse centinaia di pezzi al minuto. Perciò, il primo tratto di fornitura del trasportatore messo a punto da Tiesse ha il compito di creare un allineamento e un distanziamento tra prodotto e prodotto, tale da poter essere manipolato dai robot di confezionamento. Un ulteriore nastro in controflusso permette di recuperare e rimettere in circolo il prodotto eventualmente non processato dai robot per dare efficienza al sistema. 

La stazione di packaging vera e propria è sinteticamente composta da una cabina all’interno della quale sono disposti quattro robot Kawasaki a cinematica parallela  YF03 dotati di dispositivi di presa vol-au-vent, di sistema di visione TS Vision sviluppato da Tiesse con 4 telecamere di guida robot ed una di controllo riempimento blister, e con l’utilizzo di un supervisore di linea, sempre ideato dal settore Ricerca & Sviluppo dell’azienda bresciana.

Parallelamente al cabinet di contenimento robot è presente una termoformatrice continua Colimatic che deve termoformare i blister, variabili da 6 a 24 nicchie, in cui verranno depositati i vol-au-vent e completarne la copertura con film plastico sigillata sul bordo che ne permetta poi la spedizione e la dislocazione nelle aree di vendita. 

Tiesse Robot ha dovuto, in fase progettuale, eseguire delle simulazioni al computer e delle prove reali per valutare quale fosse il miglior sistema di presa per questi elementi dalla forma così variabile. Consideriamo che il prodotto è intrinsecamente fragile, trattandosi di una sfoglia, pertanto era anche necessario garantire che la presa del pezzo non ne provocasse la rottura. Alla fine, è stato  definito un organo di presa con tre ventose con movimento verticale indipendente, che consente di prelevare e depositare all’interno dei relativi termoformati tre prodotti contemporaneamente. 

La messa a punto del sistema ha comportato una costante collaborazione fra il team tecnico di Tiesse Robot e il cliente per giungere a perfezionare, da parte dell’azienda cliente, il processo di formatura e cottura del vol-au-vent; mentre per quanto riguarda la società bresciana, per determinare con estrema precisione tutte le variabili relative alla presa del pezzo e alla elevata cadenza che la linea richiedeva.