Covid-19, con il robot Fanuc tamponi sicuri per il personale medico

BoKa Automatisierung – l’integratore di sistemi di automazione con sede in Baviera (Germania) – ha sviluppato “un’innovativa soluzione per l’esecuzione di tamponi senza contatto, con l’obiettivo di combattere la diffusione di Covid-19 e tracciare le persone positive al virus in modo rapido e sicuro“.

Nel dettaglio – prosegue il comunicato –  il piano si fonda su un sistema video che guida lo svolgimento dei test e un robot della società Fanuc che raccoglie i campioni: non richiede, quindi, l’intervento di personale paramedico, proteggendo così gli operatori sanitari dal rischio di contagio da Covid-19.

A giudizio del managing director di Fanuc Italia Marco Ghirardello, l’impiego della robotica nella gestione dell’emergenza “offre una serie di evidenti vantaggi: test diagnostici di massa sicuri e accessibili a tutta la popolazione, tracciamento dei contagi, protezione di medici e infermieri e possibilità di liberare il personale medico per lo svolgimento di attività assistenziali negli ospedali, nelle case di cura e in generale in tutti gli enti sanitari”.

Uno schermo – specifica la nota – riporta le istruzioni e accompagna il paziente passo dopo passo lungo tutta la procedura. Come prima cosa, viene richiesto di disinfettare le mani e passare sotto un lettore ottico la propria carta d’identità per il riconoscimento; è anche possibile pre-registrarsi e ricevere un codice personalizzato prima di recarsi alla postazione.

I dati personali – nel pieno rispetto delle normative sulla privacy e della legislazione vigente – vengono associati ad una provetta con un codice a barre. Il robot Fanuc a questo punto scansiona il codice a barre e porge al paziente la provetta con il tampone.

Il paziente esegue il tampone su se stesso, seguendo le istruzioni riportate nel video. Infine, il robot ritira la provetta, la registra e la conserva fino al ritiro per il trasporto in laboratorio.