Il robot stampato in 3D che effettua tamponi per il Covid-19

I ricercatori di robotica dell’University of Southern Denmark (SDU, Danimarca) hanno sviluppato il primo robot completamente automatico al mondo studiato per eseguire tamponi di gola per il Covid-19. Il prototipo stampato in 3D effettua tamponi sui pazienti in modo che gli operatori sanitari non siano esposti al rischio di infezione. Il fondo svedese Norrsken Foundation ha aderito al consorzio degli investitori sostenendo il progetto con il 50%, mentre REInvest Robotics e SDU detengono l’altro 50%.

Grazie a questi investimenti è nata la startup Lifeline Robotics che ha realizzato il progetto. Il prototipo ha eseguito con successo il test su diverse persone ed è ora pronto per entrare in funzione entro la fine di giugno. Vediamo suo il funzionamento in questo video.

Come si vede nel video, attraverso due bracci cobot UR3 della Lifeline Robotics e un dispositivo stampato in 3D si effettua un tampone faringeo. Il robot utilizza quindi il suo sistema di visione per identificare i punti giusti da tamponare nella gola del paziente. Ad ogni tampone somministrato il braccio viene sostituito per motivi di sicurezza e igiene.

Thiusius Rajeeth Savarimuthu, responsabile del team dei ricercatori universari, ha dichiarato: “Ci sono prospettive nello sviluppo di un robot che sia in grado di assumere il controllo del tampone sia in relazione al Covid-19, ma anche per tutti i virus futuri”.

I test su larga scala dovrebbero far parte della strategia di riapertura di qualsiasi comunità. Il robot ha un grande potenziale per lo screening di massa per Covid-19 nel settore sanitario, ma anche in relazione al controllo delle frontiere o negli aeroporti.