Amazon lancia il dispositivo per vivere la smart home in cucina

Knight è un device pensato per un'idea di smart home che nasca dalla cucina. Integrabile con l'assistente vocale della società di Seattle, e equipaggiato di un display di dimensioni simili agli schermi dei tablet

Circa un anno fa Amazon lanciava Alexa, sistema di assistenza vocale integrabile in varie soluzioni (i dispositivi indossabili, il cruscotto dell’auto). Pensato perà soprattutto per la smart home. Oggi, “powered by Alexa“, appunto, la società diretta da Jeff Bezos secondo le indiscrezioni riportate dal The Wall Street Journal starebbe per annunciare la nascita di Knight. Nome in codice per identificare il nuovo device collegabile a Alexa e dotato di un display di dimensioni simili a quelli dei tablet.

Knight sarebbe progettato per consentire agli utenti di navigare su internet, fruire della visione di video e immagini. Il tutto mentre si svolgono le pulizie casalinghe, o si è impegnati in cucina, per esempio. Piena integrazione dunque in un sistema smart di domotica con comandi vocali impartiti direttamente al suo assistente vocale.

Il Knight pensato per l’utilizzo in cucina è un’ipotesi verosimile, dal momento che Amazon ha sempre affermato di voler veicolare Alexa all’interno di un ecosistema sempre più ricco di soluzioni per la smart home (nella foto sotto). Dove già operano l’altoparlante Amazon Echo, ma anche prodotti di altre società come i giocattoli di Toymail che tramite connessione in rete rispondono alle domande che vengono veicolate da Alexa.

AlexaFamilyIl prestigioso giornale americano scrive che in questo momento sono attesi dettagli più precisi da Amazon, per le caratteristiche tecniche del device, ma suggerisce una chiave di lettura interessante che abbraccia un progetto più articolato tramite il quale il colosso dell’e-commerce sarebbe  intenzionata ad ampiare sensibilmente l’utilizzo di Alexa.

Per raggiungere lo scopo, la società di Seattle continuerà a produrre i dispositivi griffati  Alexa, e integrabili ad essa (come Knight), ma con l’idea di svincolare sempre di più l’assistente vocale dai device.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO