Freedom Robotics, nuovi strumenti di teleoperazione per gestire le flotte di robot

Freedom Robotics Inc., titolare di un’importante infrastruttura basata su cloud per la gestione di flotte di robot, ha rilasciato nuovi strumenti di teleoperazione e monitoraggio delle risorse. Ricordiamo che, in questo contesto, la soluzione della teleoperazione indica la possibilità di far funzionare una macchina a distanza (qui è associato alla robotica dunque).

Per realizzare l’operazione, Freedom Robotics, con sede a San Francisco, si è assicurata 6,6 milioni di dollari in finanziamenti iniziali nel luglio 2019. Nei giorni scorsi ha dunque rilasciato Freedom Pilot, uno strumento di teleoperazione remota.

Con il coinvolgimento degli esseri umani – ha comunicato la società – le aziende possono adottare, implementare e gestire l’automazione più facilmente e rapidamente.

Freedom Pilot è un software di teleoperazione e intervento remoto che si installa nei robot con una riga di codice in cinque minuti o meno.” – ha affermato Steve Hansen, capo della divisione autoamazione della società – “Può essere utilizzato subito. E oggi le aziende possono provarlo online. ”

Freedom Pilot consente ai clienti di accedere al software, premere un comando come la ricerca di un argomento ROS [Robot Operating System] o di un linguaggio di programmazione come Python. Oltre, naturalmente, a comandi più scontati per la macchina, come quello dello stop“, ha affermato Hans Lee, Chief Technology Officer di Freedom Robotics.