Dalla Cina il drone comandato tramite bracciale per fitness

Dopo la presentazione del brevetto, la cinese Xiaomi dà ora avvio allo sviluppo di un drone che potrà essere controllato attraverso il fitness tracker Mi Band

Il mercato dei droni accoglie un’indiscrezione importante proveniente dalla Cina. Sulla configurazione del progetto vige ancora una certa riservatezza, ma la notizia riguarda l’impegno del colosso tecnologico locale Xiaomi per la costruzione di un drone (in partnership con la società Flymi).

Il relativo brevetto, del resto, è stato depositato ad  agosto presso il Chinese Intellectual Property Office. Con tanto di illustrazioni sul funzionamento.

L’UAV di Xiaomi, in generale, sarà connotato da una funzione particolarmente stimolante per gli appassionati: il drone, infatti, verrebbe direttamente gestito da un device indossabile tramite  i fitness tracker della stessa società Mi Band e Mi Band 1S. In tal modo sarebbe possibile gestirne movimenti e opzioni (come quella video) tramite i movimenti del polso e del braccio!

106

Si tratterebbe di una feature molto innovativa per un normale fitness tracker, peculiare nel suo genere, e che potrebbe dare un interiore impulso al prodotto. Il costo del drone, secondo le indiscrezioni, si aggirerebbe intorno ai 999 yuan (142 euro). Dunque piuttosto contenuto, anche pensando alla qualità che Xiaomi tradizionalmente garantisce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here