Si presenta R1, il robot realizzato dall’Istituto Italiano di Tecnologia

Dall'istituto che ha dato i natali a iCub arriva un robot di compagnia in grado di sostituire l'uomo in alcune professioni ed essere utilizzato negli ospedali

Facciamo subito “parlare” le immagini questa volta? Ma si, solo avvisandovi che parliamo dell’ultimo straordinario ritrovato dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), dove già è nato il celebre robottino iCub… Ecco il contributo video realizzato dall’istituto

Abbiamo dunque fatto la conoscenza di R1, l’androide destinato a una produzione industriale su larga scala. Progettato dal team di Giorgio Metta, R1 è costituito per il 50% da un materiale come la plastica, è alto 125 centimetri ma può raggiungere anche i 140 cm. Eventualmente per prendere un oggetto su una mensola con gli arti a forma di pinza – e ricoperte di pelle artificiale – dal momento che è configurato per operare nelle case e lavorare al fianco dell’uomo,

Dotato di ruote, la sua faccia è composta da un display scuro che può assumere espressioni stilizzate; i led posizionati sul display permettono l’interazione con l’uomo, grazie ad espressioni stilizzate che imitano le cosiddette emoticon.

I possibili scenari di utilizzo sono numerosi, e secondo i developers potrà sostituire l’uomo in alcuni lavori: come receptionist, guida turistica, collaboratore domestico. Ma anche assistente ospedaliero. Quando tra qualche anno sarà disponibile sul mercato, R1 dovrebbe costare poche migliaia di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here