Mattel rilancia gioco vintage con la stampa in 3D

Mattel, dopo oltre cinquant'anni di distanza, rilancia il gioco per bambini ThinkMaker. Con la tecnologia della stampa tridimensionale

Mattel, grande e storica produttrice di giocattoli, ha presentato nei giorni scorsi la versione rinnovata di ThingMaker, meglio conosciuto come  Creepy Crawlers, nato nel 1964! Un piccolo fornetto all’interno del quale posizionare stampi in metallo riempiti con una sostanza plastica per realizzare personaggi e animaletti di tutti i tipi. Salendo la temperatura fino a circa 200° C cresceva però anche la preoccupazione dei genitori per l’incolumità dei bambini.

ThingMakerThingMaker-3d-di-Mattel-e-Autodesk-02

Con la specifica App personalizzazione garantita

Il meccanismo si basa sull’interazione con l’App ThingMaker Design (su Anroid e iOS), attraverso la quale individuare le parti da stampare da un book predefinito. Con anche la chance offerta di crearne nuove con la propria creatività e scegliere il colore per ogni singolo pezzo. Una volta creato il modello lo si potrà fotografare (per condivisione con gli amici) e stampare. A proposito di sicurezza per i più piccoli: durante la stampa lo sportello del ThinkMaker 2.0 si chiude in modo automatico.
Mattel curerà anche la distribuzione dei filamenti utili per utilizzare il prodotto.  Tra le figure che si possono stampare si contano le forme animali, i robot, i fiori, le bambole, i gioielli, le automobili, e altri oggetti. L’elenco verrà gradualmente rinnovato attraverso aggiornamenti ad hoc per il software. Questo è compatibile con la maggiore parte delle delle stampanti 3D disponibili sul mercato.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here