Litter Robot, anche i gatti possono mangiare fagioli

Basta prendere freddo. Basta affrontare il cane del vicino accanto. Basta scavare buche o trovare posticini tranquilli. Arriva Litter-Robot, la lettiera robotizzata che rende felici i gatti e i loro padroni

Come i loro padroni, anche i gatti hanno diritto a un po’ di privacy nel momento dei loro bisogni. Non vi sembra giusto? Auto-Pets, società statunitense del Michigan non se l’è fatto dire due volte. Tant’è che al CES 2016 di Las Vegas si è presentata in bella mostra con tutto il suo campionario di Litter Robot, lettiere robotizzate dotate di tutti i comfort e di wi-fi. E i padroni dei gatti sono impazziti dalla gioia, oltre ai gatti, logicamente.

Questa idea che, di certo, ha reso ricco il suo inventore, si basa sull’opportunità di offrire ai proprietari di gatti un posto igienico e sicuro per far sì che le loro bestioline possano fare i bisognini senza che in casa si spargano cattivi odori o batteri. O peggio ancora che possano uscire in giardino affrontando chissà quali pericoli.

 litter robot

Il gatto ha fatto la pipì? Te lo dice Litter Robot

La famiglia dei prodotti Litter Robot, così si chiamano le lettiere automatiche della Auto-Pets, dispone di una tecnologia brevettata che consente, al pari di un WC di uso comune, di effettuare un ciclo di pulizia e disinfezione depositando i rifiuti organici in un recipiente di raccolta. Meraviglia delle meraviglie, alcuni modelli sono dotati di un sensore per adattare gli spazi interni alle dimensioni del gatto che, in tal modo, può godere della massima comodità.

E se il gattone ha problemi di vista per la vecchiaia che avanza? Niente paura. Le lettiere robotizzate Litter Robot dispongono di una luce notturna che consente di ovviare a questo inconveniente. Oltre ai sensori e alle spie luminose che indicano lo stato di funzionamento, alcuni modelli dispongono di comunicazione wi-fi, in modo tale da essere sempre costantemente informati sul funzionamento della lettiera.

Insomma, sapremo quante volte il nostro gatto sarà andato a fare pipì, quando sarà tempo di svuotare il contenitore, oppure se il nostro Romeo soffre di stipsi a causa delle troppe crocchette che parenti e amici gli hanno fatto ingurgitare durante le feste.

E poi si dice vita da cani… (o da gatti?)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here