L’IA Watson diventa esperto di marketing

L’Intelligenza Artificiale di IBM ha realizzato un numero speciale della rivista The Drum

Irrefrenabile Watson! Dopo il reclutamento nelle concierge degli hotel o in studi legali (qui la notizia su Robotica.news), l’Intelligenza Artificiale di IBM ha “firmato” un numero speciale e digitale della rivista inglese specializzata in marketing The Drum.

Watson, debitamente preparato, è stato utilizzato come “esperto” su temi legati alla pubblicità ma si è distinto perfino nelle previsioni sui possibili vincitori del Festival della Creatività in corso nei giorni scorsi Cannes.

Watson ha poi sciorinato il suo know how su altri aspetti più inerenti il linguaggio e l’elaborazione dei dati.

La rivista ha realizzato un mini video “celebrativo” del passaggio di Watson in redazione; un omaggio decisamente brillante e ironico…

Lo stato di “assenza” dal lavoro dei redattori (simulato con “penichelle”, sbadigli, ecc.) simboleggia l’ammirazione verso  Watson. Ma in rete c’è chi ha ironizzato sul pericolo che costoro correrebbero in futuro se l’eccezione (l’esperimento fatto) diventasse la regola…

Il colosso dell’informatica ha ribadito nell’occasione – con una nota – che l’unico obiettivo di questi test è quello di far acquisire a Watson modalità sempre più creative a vantaggio dello sviluppo e della innovazione.

L’IA di IBM è in grado di leggere 800 milioni di pagine al secondo, avanzare ipotesi e valutazioni. Oltre a interpretare rapidamente volumi e volumi di dati.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO