La capsula che viaggia nei vasi sanguinei guidata da una piattaforma

Una piattaforma realizzata dall'Istituto di Biorobotica di Pisa consente di attaccare le placche responsabili delle malattie umane

MicroVast è una nuova capsula studiata per navigare nei vasi sanguigni e aggredire le placche aterosclerotiche, tramite la guida di una piattaforma robotica.

Si tratta di un articolato progetto realizzato dall’Istituto di Biorobotica della Scuola Sant’Anna di Pisa, in collaborazione con Università di Pisa e il Cnr, con l’obiettivo di contrastare le malattie vascolari.

La capsula, attraverso la piattaforma, libera le particelle magnetiche per distruggere le placche, che sono responsabili delle disfunzioni vascolari.

MicroVast

La piattaforma ha due manipolatori: uno per la navigazione magnetica e uno per quella ultrasonica. L’attacco alle placche vascolari viene attuato tramite ultrasuoni focalizzati, mentre eventuali frammenti “sopravvissuti” vengono individuati tramite ancoraggio magnetico.

La soluzione MicroVast prevede anche il rilascio di farmaci anti-infiammatori nei vasi, nella fase della post terapia, attraverso supporti nano-strutturati.

Il progetto è stato finanziato con 1,5 milioni di euro dalla Fondazione Pisa, e pone una precisa enfasi strategica nella gestione del sistema vascolare, considerato uno degli ambiti più stimolanti per lo sviluppo della robotica medica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here