Il mini robot che non ti fa perdere la scuola

Pvas, creato dalla Double Robotics, è il robottino di sostegno protagonista di una storia che ha commosso il mondo

Ha commosso la storia di Peyton Walton, pochi mesi al compimento del decimo compleanno, malata di tumore (in cura da oltre un mese in un ospedale specializzato di New York). La soluzione è stata trovata attraverso la compagnia La Double Robotics ha configurato un robot in grado di “rappresentarla” a scuola. Pvas (Peyton’s Awesome Virtual Self) è composto da un iPad configurato sopra un supporto con rotelle, che consenta alla giovane originaria del Maryland di controllare l’androide da remoto.

La spesa necessaria (all’incirca 3000 dollari) è stata raccolta dai compagni di classe di Peyton.

Il bel gesto è importante perché il rischio era che Peyton potesse perdere i cicli di lezione della scuola elementare: grazie a Pvas, e alla App che lo governa, la bambina potrà vivere la quotidianità delle giornate scolastiche, dialogando con le sue compagne.

Una Peyton in versione “surrogata”, che si muove in classe in modo abbastanza disinvolto: “non è difficile, Pvas deve solo riuscire a evitare i contatti con i muri…“, afferma ironica la vera Peyton.

La mamma di Peyton, Lynn Schaber, è ovviamente contenta, anche per il contenuto innovativo del sostegno alla bambina: “Parliamo di tecnologia, dunque un mondo stimolante per ogni adolescente. In più non perde lezioni, e, cosa più importante, il rapporto con compagne e compagni».

Pvas nasce sulla scia di un altro famoso robottino creato da Double Robotisc, The Double: un dispositivo di trasporto che, mediante un apposito sostegno, sostiene l’iPad. Nel caso specifico il grande plus era quello di irradiare in streaming le immagini catturate dalla fotocamera di The Double.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO