iCub incanta Bisio e la Littizzetto

Per la prima volta l'umanoide creato dall'IiT di Genova è apparso in tv, nello show Italia’s Got Talent... ed è stato un successo!

«Vengo da Genova, belin»: questa una delle tante battute che iCub, il celebre umanoide creato dall’Istituto italiano di Tecnologia del capoluogo ligure, ha pronunciato ieri sera nel corso della puntata di Italia’s Got Talent andata in onda sul canale TV8. Dove ha dialogato e scherzato con Claudio Bisio, Luciana Littizzetto e gli altri conduttori.

Come possiamo vedere in questo video diventato subito popolare su YouTube (oltre 28.000 visualizzazioni in poche ore)

Si è trattato di un momento di televisione molto divertente, ma anche confezionato in modo elegante e intelligente, laddove il fiore all’occhiello dell’IiT ha mostrato tutte le sue straordinarie features di robot d’accompagnamento. Interloquendo con bravura e muovendosi in modo disinvolto, quasi “umano”. Tra le chicche della serata, a testimonianza della capacità di ragionamento che i suoi creatori gli hanno conferito, la battuta a Bisio sulle reciproche calvizie…

iCub, in generale, ha tenuto la scena con la sua innata capacità di fare i calcoli a mente e di comportarsi come un vivace bambino di dieci anni (età dichiarata ai conduttori del talent). Un umanoide configurato con 53 motori, ha ricordato sul palco il vicedirettore dell’IiT Giorgio Metta. Che ha anche sottolineato che la performance del robot è stata organizzata nell’ambito del progetto CoDyCo dell’IiT. Questo ha lo scopo di migliorare il controllo e la comprensione dei movimenti durante l’interazione di un androide con l’ambiente esterno.

In particolare, CoDyCo si propone di sviluppare algoritmi per controllare l’interazione in scenari con gli umani e di pianificare le reazioni in caso di eventi inaspettati… come una battuta di Bisio, per l’appunto.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here