Che coppia! Il robot degli hotel Hilton abbraccia l’IA di Ibm

Il robot Connie, specializzato in accoglienza all'interno degli Hotel Hilton, si arricchisce con le peculiarità smart del super PC di Ibm

Il robot Connie, che opera come supporto all’assistenza clienti, ha trovato un partner altrettanto smart per migliorare le sue performance  presso la concierge degli Hilton McLean Hotel siti in Virginia: e’ Watson, il super PC di IBM!

Il “cervello” di Watson, basato sull’Intelligenza Artificiale e dotato di grandi capacità di calcolo, ha dunque trovato un’altra “casa” dopo ospedali e ristoranti.

Guardiamo Connie, nella sua versione “arricchita”, in questo video descrittivo della sua attività

Secondo il parere dei responsabili del colosso informatico e della prestigiosa catena Hilton, il robot sfruttando la nuova addizione targata IA affiancherà con ancora maggiore efficacia il personale umano, rispetto a quanto accaduto fino a oggi. Mettendosi a disposizione degli ospiti su svariati temi (dalle informazioni basiche sull’hotel fino a quella sulla località in cui ci si trova). In modo amichevole e competente: in stile Pepper, il prototipo per eccellenza degli androidi configurati per l’assistenza.

Le tecnologie che Watson mette a disposizione di Connie sono molteplici: dalla traduzione in testo del linguaggio parlato e viceversa, ai calcoli matematici. Migliorando e apprendendo man mano che crescono le interazioni con i clienti.

Connie fa parte della “famiglia” dei robot Nao, automi umanoidi come Pepper. Non a caso configurati a loro volta della brillante società francese Aldebaran. Il suo valore è di 8mila dollari. A oggi, oltre alla presenza negli Hotel Hilton, il suo know how  gli è valso il reclutamento da parte delle  banche giapponesi. Con le integrazioni di Watson inizia però tutta un’altra storia…

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO